Come forse sapete giusto sul finire dell’anno ho scoperto grazie a questo post di Alessia le vision board con gli obiettivi dell’anno.

Subito dopo ho scoperto la versione portatile, dal link che aveva dato Alessia, a questo articolo e me la sono fatta con quello che avevo con me in montagna.

Sembrava finita lì, almeno fino al prossimo anno. Invece mai sottovalutare una nuova passione, una volta che ha fatto capolino si vuole prendere tutto.

Cosa c’è dopo la vision board dell’anno e la vision board dell’anno portatile?

Ovvio, c’è la vision board MENSILE e sull’AGENDA!

Ho scoperto lei, e il suo rituale di creare obiettivi e una vision board per ogni mese. Il posto originale lo trovate qui, ma se volete ecco pronta per voi la traduzione

Il rito di creare una vision board all’inizio di ogni mese è diventato per me un momento di auto riflessione e i collage che faccio direttamente nel planner diventano punti di riferimento per come mi voglio sentire durante quel mese. Do’ un’occhiata alle immagini quasi quotidianamente e mi aiuta a stare focalizzata sugli obiettivi più importanti, a mantenere l’umore positivo e le azioni in linea con la visione più grande della mia vita. Tutto, grazie a qualche ritaglio di giornale!

Non è troppo tardi per la visione di gennaio. Come vuoi sentirti per il resto del mese? Cosa vuoi portare a termine? Come puoi avere cura ti te in  questo mese? Di cosa ha bisogno il tuo cuore?

Ritagliati un’oretta tranquilla. Accendi una musica o il tuo film preferito. Tieni a portata di mano il materiale: l’agenda, penne, forbici, colla stick, riviste e letture ispirazionali. Puoi anche prendere washi tapes, post-it colorati, adesivi, tab etc. Preparati un the o un bicchiere di vino. 

Pensa a come vorresti fosse il mese che hai davanti. Immagina:-  dove vorresti essere e cosa vorresti aver fatto alla fine del mese.

  • Dove vorresti essere e come vorresti sentirti nelle settimane che vengono?
  • Che progetti vanno completati o aspettano di essere cominciati? 
  • Quanto vuoi guadagnare? 
  • Quali sono i tuoi bisogno di cura di te stessa? 
  • I tuoi desideri di socialità? 
  • E rispetto alla tua creatività?

Cerca di essere ragionevole ma anche ottimista e poi scegli i 3/4 che pensi siano quelli che fanno la vera differenza. 

Adesso comincia a cercare nelle riviste immagini che rappresentino non quello che vuoi fare, ma come ti vuoi sentire questo mese. Che colori rappresentano le sensazioni che vuoi creare? Che immagini simbolizzano come ti vuoi sentire?

Ti suggerisco di incollare sul fondo una immagine di background tipo un orizzonte e poi incollarci sopra immagini aggiuntive fino a quando non ti pare completo. 

Il processo solitamente mi aiuta a rifinire i miei obiettivi e capire quali sono più importanti, per cui non li scrivo se non dopo aver finito il collage. 

Una volta rifiniti gli obiettivi con il processo come l’ho descritto (prima collage/poi scrittura) puoi cominciare a guardare al mese nel planner e assegnare le attività. Alcuni obiettivi sono fatti di “baby steps”, distribuiscili nel calendario. 

Alla fine del mese riguarda la board. Alcune cose non le avrai fatte: non prendertela, è una parte naturale del processo. Prenditi solo il tempo per decidere quali lasciar andare del tutto e quali riportare come obiettivo del nuovo mese o dopo. Ma soprattutto festeggia quello che sei riuscita a fare!

Ecco, la traduzione è finita, ma c’è un annuncio: Brownyn Simon verrà da paperness! Preparatevi, a giugno avremo un workshop con lei.

Articolo sulla visual board portatile

1 lug - 31 ago paperness si ritira in meditazione creativa. Lo shop online rimarrà aperto, con spedizioni settimanali.