8 days in NYC

New York è Il set cinematografico per antonomasia, per qualsiasi serie. La nostra si intitola “8 days in New York” o anche se volete “Master of stationery”. La protagonista sarei io, armata di zainetto (con lo zainetto ti beccano da lontano che sei un turista, ma non avevo scelta e comunque all’inizio della serie va bene non sembrare troppo cool) che giro tutta la città alla ricerca di prodotti mai visti prima, di cui innamorarmi e da importare in Italia per prima e unica. All’inizio incompresa anche da parenti e amici, poi finalmente, verso la fine della quinta stagione, diventata influencer globbbale. La guardereste una serie così?

Il piano è crollato direi dopo la prima giornata.

Non avevo considerato che da quando c’è internet, e a maggior ragione da quando sono un negoziante nella rete di brand e distributori, per trovare qualcosa di totalmente nuovo dovrei stare offline un anno almeno.  All’inizio perciò ci sono rimasta un po’ male, a non trovare niente di strabiliante.

Poi mi sono fatta le mie considerazioni, ho elaborato la riflessione di cui sopra e ho cominciato a godere quando trovavo in negozi molto trendy i brand già ingaggiati da noi. L’unica vera penalizzazione è diventata che in un’altra situazione mi sarei comprata di tutto, e invece mi è toccato frenare (anche se c’è mancato un pelo che mi comprassi cose che ho in vendita nel nostro negozio). Poi però, con pazienza e buona predisposizione d’animo, le cose nuove le ho trovate, comprate, e qualcuna portata a casa e in negozio qui.

Ho camminato in lungo e in largo per ogni minuto libero che avevo: mentre la famiglia sfinita si riposava, io mi sciacquavo il viso e ripartivo, sfruttando i minuti e i secondi delle (loro) penniche. Ho faticato, devo dire, ma ero felice, e confermo che anche se ti pare di non avere più energie se stai camminando verso una cartoleria speciale i piedi mettono le ali. Per portarvi un po’ con me metto in fila qui sotto nomi di cartolerie e indirizzi e foto. Avrei anche vari video ma il sito non li carica. Bando alle ciance, partiamo!

Paper Source

Sito: https://www.papersource.com/

Indirizzo dove sono andata io:  83 Spring St, New York, NY 10012

Questa è stata la prima cartoleria in cui sono incappata, non era in programma ed ero in giro con tutta la famiglia (= avere i secondi contati). La catalogherei fra i posti un po’ lussuosi, già un po’ catene, abbastanza grandi, commessi abbastanza anonimi. Hanno ban.do, Idlewild, Rifle Paper & Co, e come tutte le cartolerie sul genere muri infiniti di card per ogni occasione. Un po’ troppi per i miei gusti, e non mi fanno impazzire ad ogni modo.

Kyko Kuniya

Sito: https://usa.kinokuniya.com/

Indirizzo: 1073 6th Ave, New York, NY 10018

Questa è una libreria, sta in uno dei posti più carini di Manhattan, Bryant Park. Come tutte le librerie hanno un certo spazio dedicato a quaderni e oggetti di carta. Di bello ha la particolarità dell’offerta di libri, il fatto che non è una libreria a catena.

Papyrus

Sito: https://www.papyrusonline.com/

Indirizzi dove sono andata io: 1270 3rd Ave, New York, NY 10021

852 Lexington Ave, New York, NY 10065

1250 6th Ave, New York, NY 10111

Ecco quello che chiamo una cartoleria a catena. Papyrus non mi piace particolarmente, ce n’è vari sparsi per la città e devo dire che qualcuno è più carino di altri. Hanno tantissime card, molte cose per fare pacchetti, e regali un po’ seriosi. Ci ho comprato però quest’agenda:

Michaels

Sito: http://www.michaels.com/

Indirizzo dove sono andata io: 675 6th Ave, New York, NY 10011 e 2236 S 1300 St E, Ste D-2, Salt Lake City, UT 84106

La prima volta da Michaels non si scorda mai, soprattutto se tu hai già una certa età. Ho scoperto poi a Salt Lake che ci sono Michaels e Michaels, il secondo molto più carino e fornito e tenuto bene di quello di New York. Nella grande mela le cose mi sono parte un po’ buttate a casaccio. Consiglio perciò di andare a quello vicino a Columbus Circle, non dove sono andata io.

Paper Presentation

Sito: http://www.paperpresentation.com/

Indirizzo: 23 W 18th St, New York, NY 10011

Che dirvi? Carina, non so se sia una catena ma è sul genere, un po’ lussuosa, un po’ ….mah forse semplicemente ha la colpa di non essere un negozietto indipendente, e io di amare solo i negozietti indipendenti.

Goods for the study

Sito: http://goodsforthestudy.mcnallyjacksonstore.com/

Indirizzo: 234 Mulberry St, New York, NY 10012

Quella che si dice una cartoleria universitaria, prodotti molto asciutti, semplici, di classe.  Molto carino lo spazio, io non ci ho comprato nulla.

Greenwich Letterpress

Sito: https://greenwichletterpress.com/

Indirizzo: 15 Christopher St, New York, NY 10014

Finalmente si ragiona!

Qui ci sono arrivata sotto la pioggia, senza ombrello né Kway. E’ un vero peccato perché era buio giusto per quel momento in cui dovevo fare le foto e comprare le cose, poi il cielo si è schiarito. Questa, insieme a Pink Olive, sono assolutamente le due cartolerie che consiglio di tutta la città: se non avete tanto tempo, dedicatelo a venire qui, stanno a 3 minuti di distanza.

Pink Olive

Sito: https://pinkolive.com/

Indirizzo: 30 Charles St, New York, NY 10014

Qui vale quello che ho detto per Greenwich Letterpress, non perdeteveli.

The Ink Pad

Sito: http://www.theinkpadnyc.com/

Indirizzo: 37 7th Ave, New York, NY 10011

Arrivata a venti minuti dalla chiusura, con il cielo che minacciava tempesta. E’ un negozio con un muro intero di timbri di legno. Ma anche tante cose carine di carta in genere, notebook e oggettini. Commesse abbastanza antipatiche, mi hanno letteralmente buttato fuori allo scattare delle 7pm, con la tempesta che nel frattempo era scoppiata.

Anthropologie

Sito: https://www.anthropologie.com/en-gb/

Indirizzo dove sono andata io: 1230 3rd Ave, New York, NY 10021

Scusate la foto sfocata.

Anthropologie non ha bisogno di presentazioni, ha la sua tradizione consolidata di abiti e profumeria. C’era già nel 2006 quando venni a NY per la prima volta, ma non aveva allora (o non avevo occhi io?) così tanto spazio dedicato alla cartoleria. Adesso ha anche una sua linea, e una sua designer per questa collezione, a cui hanno fatto fare quaderni, agenda e calendario 2018. Fiorati, come piace a me. In negozio da noi ora trovate un’agenda e un calendario.

Stationery & Toy World

Sito: http://stationeryandtoy.com/shop/

Indirizzo: 25 W 72nd St, New York, NY 10023

Questo e il prossimo sono due negozi praticamente fotocopia: quasi degli empori, con quel mix di migliaia di cose ammassate in modo disordinato e senza senso, fra articoli da scuola, giochi, colori e cose che non  c’entrano nulla. Però ci ho scovato delle penne e un brand molto carino.

Modern State

Sito: http://www.modernstate.com/

Indirizzo: 12 East 86th St, New York, NY 10028

Vale come sopra.

Bowne & Co Stationers

Sito: https://southstreetseaportmuseum.org/water-street/bowne-co-stationers/

Indirizzo: 211 Water St, New York, NY 10038

Qui non mancate: è un posto magico. Una cartoleria in un locale di stampe di più di un secolo fa, con i muri uguali, le stampanti di allora e prodotti vintage che fanno entrare in un’atmosfera senza tempo. Anche tutta la parte davanti è curata con amore e dedizione da ipnotizzare. Non ve lo perdete assolutamente.

Jam Paper and Envelope

Sito: http://www.jampaper.com/

Indirizzo: 135 3rd Ave, New York, NY 10003

Qui ci sono venuta durante il viaggio di ritorno dallo Utah, avevamo 24 ore di scalo a NY e ne ho approfittato. Per questo negozio non ne valeva la pena. Enorme, vecchio, tenuto abbastanza male. Buste, bustine, sacchetti, a tinta unita, di tutti i colori. Passateci giusto solo se ci cascate davanti.

Strand

Sito: http://www.strandbooks.com/

Indirizzo dove sono andata io: 828 Broadway, New York, NY 10003

Da Strand, storica catena di librerie, sono entrata negli ultimi 10 minuti prima di prendere la subway verso l’aereoporto e tornare a casa. Faccio mille complimenti alla cura della sezione cartoleria. Sono finita in aereo con un bel sacchetto di cose che non ci stavano assolutamente in valigie e zainetto,  ma non potevo non portare con me.

Dopo New York abbiamo fatto un giro nello Utah con partenza e ritorno da Salt Lake City. SLC vuol dire una cosa: la sede di American Crafts! Ho potuto visitarla e ve ne parlerò in un post apposta, ho dei video che sono delle bombe! A prestissimo.

 

 

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *